Acido Ialuronico e i suoi segreti

Acido Ialuronico e i suoi segreti

Acido ialuronico: che cos’è?

 

Chimicamente è definibile come un glicosaminoglicano dalla catena polisaccaridica non ramificata prodotta dalla condensazione di migliaia di unità disaccaridiche formate a loro volta da residui di acido glucuronico e N-acetilglucosamina, legati tra di loro, alternativamente, da legami glicosidici β1→4 e β1→3, nonché da legami ad idrogeno intramolecolari, che ne stabilizzano le conformazioni.

acido jaluronico

A pH fisiologico i gruppi carbossilici delle unità glucuroniche sono ionizzati, conferendo alla molecola di ialuronato elevata polarità, e di conseguenza una elevata solubilità in acqua. Grazie a questa sua proprietà lo ialuronato è in grado di complessarsi con moltissime molecole di acqua raggiungendo un elevato grado di idratazione. Gli ialuronati sono macromolecole di massa superiore a 1000 kDa che danno luogo a soluzioni chiare di elevata viscosità.

Per comprendere il ruolo dell’ acido ialuronico è utile il paragone della mela fresca con quella vecchia. La prima è ricca di acqua e presenta una superficie turgida e soda. L’invecchiamento fa perdere i liquidi (disidratazione) e provoca la formazione di grinze.

Il derma, la parte più robusta e spessa della pelle ha tra i suoi elementi costitutivi extra cellulari anche l’acido ialuronico, che è un polisaccaride comune a tutte le specie animali.

Il tessuto connettivo ne contiene una buona percentuale, ma nel nostro corpo l’acido ialuronico è presente negli occhi (umor vitreo) e nelle articolazioni, oltre che nel cordone ombelicale. La funzione principale di questa sostanza è la regolazione del contenuto idrico intracellulare e regola la permeabilità del tessuto connettivo.

La plasticità e il turgore dei tessuti sono determinati dalla sua presenza come sostanza “cementante” e nelle fibre di collagene trattiene l’acqua garantendo l’adeguata idratazione e compattezza e costituisce una sorta di impalcatura della cute.

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali del tessuto cutaneo. Le proprietà di resistenza e mantenimento della forma della pelle sono largamente dovute alla presenza di questa sostanza.

Con il passare del tempo la concentrazione di acido ialuronico presente nei tessuti diminuisce e quindi la cute perde l’idratazione e turgidità tipiche della giovinezza. La mancanza di acido ialuronico provoca la formazione di rughe e grinze cutanee.

La molecola dell’acido ialuronico è altamente idrofila (trattiene liquidi) ed è per questo motivo che la sua concentrazione è direttamente proporzionale alla idratazione cutanea e quindi all’aspetto giovane della pelle.

L’acido ialuronico, tra le sostanze iniettabili (filler), è senza dubbio il più sicuro perché è totalmente anallergico ed ha un risultato temporaneo (reversibile nel tempo).

 

acido ialuronicoIndicazioni

Iniezioni di acido ialuronico sono utilizzate insieme a iniezioni di proteine collagene in chirurgia e dermatologia estetica per eliminare rughe e prevenire l’invecchiamento della pelle. Nella chirurgia ontologica, l’acido ialuronico viene utilizzato come rigenerante di membrane timpaniche forate, in chirurgia oftalmica per la produzione di lacrime artificiali e interventi sul corpo vitreo dell’occhio, in artrologia come lubrificante antiflogistico e preservante del liquido sinoviale delle articolazioni.

Recenti studi (non ancora completamente confermati) dimostrano che può legarsi ai recettori CD44 delle cellule dei follicoli piliferi favorendone la divisione e la produzione di peli e capelli. Viene anche impiegato contro le infiammazioni e lesioni ulcerose della bocca (afte, stomatiti, ecc.), in special modo quelle conseguenti a chemio e radioterapia, riducendo subito il dolore e promuovendone la guarigione.

Il prodotto commerciale si presenta sotto forma di gel, spray e collutorio. Il gel o spray s’impiega direttamente sulle zone ulcerate, con dolore persistente si può usare anche più volte al giorno senza alcuna controindicazione od effetto collaterale, salvo allergie specifiche.

L’acido ialuronico trova largo impiego in cosmesi per la realizzazione di creme idratanti e prodotti filmogeni, spaziando dai cosmetici per il make-up a quelli antiaging.

Le creme all’acido ialuronico restituiscono a pelli aride e mature la loro naturale elasticità che, inevitabilmente, si riduce man mano che l’età avanza. Non a caso, l’acido ialuronico è sfruttato proprio per il suo straordinario effetto idratante: difatti, trattenendo efficacemente le molecole d’acqua, contribuisce a regalare morbidezza ed elasticità alle pelli mature. A detta di ciò, ben si comprende come i cosmetici all’acido ialuronico si rivelino fedeli alleati delle donne oramai non più giovanissime, che ambiscono ancora ad una pelle morbida, soda e priva di rughe. Ma le creme all’acido ialuronico sono veramente efficaci per combattere i segni dell’invecchiamento cutaneo? Cosa si nasconde dietro la propaganda mediatica?
Tutta la verità sulle creme all’acido ialuronico.

Attività Antiaging

 

L’acido ialuronico si è conquistato un ruolo di prestigio nella formulazione di creme cosmetiche antietà. Quali prodigiose proprietà può vantare questa molecola? Perché le creme all’acido ialuronico sono così apprezzate dal gentil sesso (e non solo…)?
L’acido ialuronico è un componente della cosiddettasostanza fondamentale del derma: precisamente, si tratta di una molecola naturalmente prodotta dall’organismo allo scopo d’idratare e proteggere i tessuti. Dal punto di vista chimico, l’acido ialuronico è un polisaccaride ad alto peso molecolare appartenente al gruppo dei glicosamminoglicani: è formato da una lunga catena non ramificata costituita dall’alternanza di unità zuccherine di acido glucuronico ed N-acetilglucosamina (amminozucchero derivato dal glucosio).
Molte creme antiaging vengono così formulate proprio per la sorprendente capacità dell’acido ialuronico di legare moltissime molecole d’acqua, conferendo dunque idratazione profonda alla cute, proteggendola nel contempo da sollecitazioni eccessive.

Inevitabilmente, man mano che l’età avanza, la concentrazione di acido ialuronico nella matrice extracellulare del derma si riduce: proprio per questa ragione, le creme all’acido ialuronico si rivelano un buon accorgimento per rendere più elastica e più idratata una pelle matura.

 

acido jaluronico puro

Acido Jaluronico Puro AR Cosmesi

È una soluzione concentrata di Acido Jaluronico puro all’1% indicata nel trattamento idratante ed antirughe di tutte le zone del viso comprese le più delicate.

L’Acido Jaluronico viene prodotto naturalmente dai fibroblasti del derma ed è il maggior componente della matrice extracellulare, dove svolge un’attività di sostegno e resistenza.

La sua progressiva riduzione nei tessuti, legata all’avanzare dell’età, promuove un indebolimento generale della cute, con conseguente perdita di idratazione e formazione di rughe.

Acido Jaluronico Puro AR Cosmesi, penetrando a fondo, aiuta la pelle a mantenere il suo normale turgore ed idratazione, favorendo la distensione delle rughe grazie alla sua azione di riempimento.

La formula concentrata dona alla pelle un effetto vellutato, percepita al tatto già dalla prima applicazione.

L’uso quotidiano del prodotto ringiovanisce la cute migliorandone vistosamente le proprietà viscoelastiche.

 

Requisiti ideali della crema

Una crema all’acido ialuronico dovrebbe soddisfare le esigenze dei consumatori, agendo a più livelli:

  • Correggere gli inestetismi tipici dell’invecchiamento cutaneo (rughe, in particolare)
  • Nutrire la pelle in profondità
  • Contrastare le rughe d’espressione
  • Posticipare la comparsa (pressoché inevitabile) delle rughe
  • Stimolare il rinnovamento cellulare cutaneo
  • Ripristinare il naturale equilibrio idrolipidico della cute
  • Ottenere una pelle più liscia, elastica e morbida
  • Contrastare la secchezza della pelle, idratandola in profondità

Riassumendo tutte queste caratteristiche ideali in un’unica espressione, una crema all’acido ialuronico di prima qualità va progettata nell’ottica di ringiovanire visibilmente la pelle del volto.

Per ottenere tale risultato, l’acido ialuronico da solo non basta, perciò occorre combinarlo sapientemente ad altri ingredienti.

 

Non solo creme antiaging

Quando le creme all’acido ialuronico non sono sufficienti per contrastare le rughe, è possibile intervenire con altre misure. Oltre ad essere somministrata per applicazione topica sotto forma di crema, la nota molecola antietà può essere assunta per via orale (come integratore) oppure iniettata sottopelle (fillers):

  1. Integratore antirughe all’acido ialuronico: per ottenere il massimo dell’effetto antirughe senza ricorrere alla medicina o alla chirurgia estetica, si consiglia di affiancare l’applicazione costante e regolare di creme all’acido ialuronico all’assunzione orale dell’integratore antiage. Nella formulazione di un integratore antirughe ideale, l’acido ialuronico è normalmente associato a vitamine antiossidanti (soprattutto vitamina A, C ed E), coenzima Q10 ed altre sostanze come selenio, collagene ed acido lipoico: tutti questi attivi agiscono simultaneamente potenziando visibilmente l’effetto antiaging desiderato.
  2. Iniezioni di filler all’acido ialuronico: assicurano alla pelle, arida e sciupata dall’età, un benefico effetto antiage, rigenerante ed idratante. L’unica pecca: il graduale riassorbimento del filler all’acido ialuronico da parte della pelle rende necessaria la periodica ripetizione delle iniezioni, tra l’altro piuttosto costose (300-600€). Per prolungare e potenziare il risultato antirughe, si raccomanda di applicare regolarmente, anche più volte al giorno, creme formulate con attivi come acido ialuronico, collagene, acido lipoico, antiossidanti, allantoina,pantenolo od altre molecole cosmetiche ad azione idratante ed emolliente.

In conclusione, ricordiamo nuovamente l’importanza di seguire una dieta sana e bilanciata, e di dedicarsi costantemente ad un’attività fisica regolare. Da un lato, infatti, una dieta regolare e priva di eccessi può rallentare, quanto possibile, il naturale processo d’invecchiamento cutaneo; dall’altro, lo sport è indispensabile per potenziare i sistemi antiossidanti endogeni.

A detta di ciò, si comprende come una crema all’acido ialuronico, per quanto formulata con sostanze di qualità superlativa, non è in grado, da sola, di attenuare e spianare efficacemente le rughe se non viene supportata da un corretto stile di vita.